Tu sei qui

Gioielli

  • L'esclusivo coltello chiudibile, impreziosito nelle pregiate forme con motivi di brillanti, ha lama di tipo Iglesiente in acciaio 420 e manico in radica di castagno con placche in argento e meccanica di blocco a pompa.

  • Bronzetti in argento della serie dedicata ai Sacerdoti Riproduzioni fedeli dei bronzetti nuragici rinvenuti in vari siti archeologici isolani e ora esposti nel Museo Archeologico Nazionale di Cagliari, raffigurano in particolare il Sacerdote militare, la Sacerdotessa con stola, il Sacerdote music

  • La linea circolare del prezioso pendente in oro con castone centrale in corallo chiaro, bello di Bosa, è ispirata dagli importanti rosoni dell'architettura romanica, abilmente eseguita in filigrana su lastra con sperimentazione tecnica decorativa.

  • Importante elemento del costume tradizionale femminile di Dorgali, Sa Zoiga veniva regalata alla sposa dal futuro marito.

  • Semplici ed essenziali gli orecchini in argento con pallina in pasta di sughero hanno forme a spiarle che riecheggiano arcaiche simbologie ispirate alla cultura nuragica e del Mediterraneo. Interamente realizzato a mano su disegno originale dell'artigiana ha forme e varianti sempre diverse.

Il settore

La filigrana è ancora oggi la tecnica decisamente più impiegata nell'oreficeria sarda ed è quella che conferisce un preciso carattere identitario alle produzioni locali, grazie soprattutto all'altissimo virtuosismo raggiunto dagli artigiani nel suo impiego.

A questa si sono nel tempo aggiunte nuove tecniche e nuove sperimentazioni, con esiti di grande suggestione e interesse.

Esperienze e percorsi che pur ripercorrendo con rinnovato interesse gli esiti della grande tradizione orafa isolana, si aprono ad audaci e interessanti contaminazioni, seguendo istanze vicine al più moderno design.

Un patrimonio locale, un valore aggiunto, che accostato alla ricerca di forme nuove, pur ricche del ricordo della tradizione, ha condotto gli artigiani a realizzare delle collezioni assolutamente moderne, arricchendo di nuova linfa un patrimonio di conoscenza e manualità.