Tu sei qui

  • Coltello a serramanico con manico monoblocco e lama panciuta a foglia d'alloro. Tipico della tradizione sarda, nasce dallo studio del coltello del medio campidano in ambiente rurale, indicato a tavola e per scuoio.

  • Il gatto osserva sornione nella scultura in ceramica raku realizzata con pregiati e brillanti accostamenti cromatici, sempre diversi nel singolo pezzo interamente realizzato a mano.

  • L'elegante tappeto in lana sarda con decorazione geometrica si caretterizza per il gusto minimale e per la composizione a grandi fasce scomposte in colorazioni alternate nei toni decisi del bruno, grigio naturale e rosa intenso su fondo neutro.

  • La grande ciotola a goccia raccoglie al suo interno la vivida narrazione di un fondale marino, illuminato da lustri dorati come la rifrazione acquea di raggi solari su rocce opaline. Realizzato come pezzo unico il manufatto impiega variazioni della tecnica raku elaborate dall'artigiano.

  • Piccolo ciondolo/reliquiario, denomnato Perda 'e ocru, ha su un lato un occhio di Santa Lucia e sul lato opposto un piccolo frammento di broccato.

Artigiani